Webinar 21 aprile 2022: ANATOMIA della VIOLENZA, uno studio analitico e scientifico

La partecipazione al webinar del 21 aprile 2022 è gratuita con prenotazione obbligatoria. Sarà rilasciato l’attestato di partecipazione. Il webinar inizierà alle ore 15.

Campagna di prevenzione sulla violenza: Conoscersi per Relazionarsi

Una delle sfide più importanti per la ricerca scientifica è l’applicazione delle SCIENZE e in particolare delle NEUROSCIENZE alla prevenzione e al contrasto di ogni forma di VIOLENZA. La campagna genderless dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia – APS è iniziata nel 2011 con l’applicazione del protocollo scientifico integrato A.I.P.C. Scientific Violence Screening. Il protocollo A. S. V. S. forse unico sul panorama internazionale è applicato alla popolazione di persone che hanno vissuto (subito, agito e assistito) condotte violente, una rivoluzione “culturale” in termini di prevenzione e contrasto alla violenza, un nuovo punto di partenza. Il protocollo prevede colloqui clinici, una valutazione psicofisiologica, una psicodiagnostica specifica e un percorso integrante psicotraumatologia, mindfulness e terapia sensomotoria.

Qui è possibile ascoltare i podcast di Formazione Continua Violenza sul canale Spotify dell’A.I.P.C.

https://open.spotify.com/show/3CWpZW8pFqFexLfg1CiOWQ?si=oNN7YmmLQMq0crAEVeYH-w

La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria. Sarà rilasciato l’attestato di partecipazione. Inizierà alle ore 15.

Argomenti 

La mission del webinar e della campagna è quella di diffondere la cultura scientifica applicata alla violenza. La sinergia tra neuroscienze e clinica applicata alla prevenzione e al contrasto di ogni forma di violenza sarà al centro del webinar in programma il 21 aprile. Durante il webinar si riporteranno in particolare:

  • Alcuni dati riferiti ai “delitti familiari” del primo trimestre 2022,
  • Alcuni dati raccolti nella ricerca continua condotta dai professionisti volontari dell’A.I.P.C.,
  • Alcune esperienze scelte tra i numerosi i colloqui individuali o di gruppo condotti anche in una Casa Circondariale nella Sezione Uomini Maltrattanti;

Sono stati invitati a partecipare anche rappresentanti istituzionali.

Prima community italiana per la formazione e l’aggiornamento continuo in presenza e online specifico sulla Violenza e sullo Stalking www.formazionecontinuaviolenza.it

Regolamento partecipazione

È obbligatorio compilare e sottoscrivere la scheda e spedirla entro le ore 13:00 del 19 aprile 2022 in .pdf alla mailaipcitalia@gmail.com.  Il Workshop si terrà a distanza sulla piattaforma gratuita Goto Meeting. Si riceverà via e-mail il link di partecipazione. Dopo aver cliccato sul link, NON attivare il microfono e la webcam SENZA il permesso dell’amministratore. Di seguito le semplici indicazioni da seguire. È necessario un pc, un tablet o uno smartphone con un collegamento internet Wi-Fi o 5G. La piattaforma gratuita Goto Meeting è un applicativo molto intuitivo: si riceve via e-mail un invito che consente di accedere liberamente al servizio da ogni città o nazione. L’invito include un link, con un semplice click si accede alla piattaforma. L’accesso con Smartphone o Tablet prevede il download dell’App, compatibile con IOS e Android.

La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria. Sarà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Qui è possibile scaricare la scheda d’iscrizione da compilare obbligatoriamente per l’iscrizione:

Sportello per tutte le persone vittime o autrici di violenza

Lo sportello è dedicato a tutte le persone che hanno vissuto o vivono una relazione violenta.
Numero di cellulare e WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00, e-mail aipcitalia@gmail.com o scrivendo sulle chat nei  siti www.traumaeviolenza.it,  www.delittifamiliari.it  e www.formazionecontinuaviolenza.it,

AIUTACI AD AIUTARTI!

É possibile contribuire donando il 5×1000 C.F. 97238660589, fare delle donazioni liberali A.I.P.C. Poste Italiane IBAN IT83 I076 0103 2000 0005 6039 688, sia come singolo che, come azienda, le donazioni sono detraibili dalle tasse. Le vostre donazioni contribuiranno ad ampliare la profilassi, la valutazione del rischio, la riduzione della recidiva, l’interruzione della trasmissione intergenerazionale, infine, a prevenire in modo integrato e circolare la violenza!

Ai donatori saranno riservati dei servizi unici: molti dei quali gratuiti e altri con scontistiche dedicate.

AIPC Editore © 2022 – Riproduzione Riservata

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – L’equilibrio tra il dolore e il piacere

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia (A.I.P.C.) – APS, una no-profit fondata nel 2001, è formata da un’equipe multidisciplinare di professionisti volontari che si occupa della violenza in genere, in modo circolare e che si avvale di collaborazioni istituzionali. Nel 2011, con la collaborazione particolare della dott.ssa Tiziana Calzone, della dott.ssa Carmen Pellino e del dott. Massimo Lattanzi, è stato strutturato il protocollo scientifico integrato A.I.P.C. Scientific Violence Screening che prevede un assesment specifico della valutazione del rischio. 

La campagna “genderless” indicata a adolescenti e adulti, denominata “Conoscersi per Relazionarsi” si prefigge di approfondire la conoscenza personale e relazionale, di arricchire le relazioni funzionali e di prevenire quelle disfunzionali. I professionisti volontari dell’A.I.P.C. applicano strumenti rigorosi quali un’anamnesi strutturata per qualificare e quantificare le Esperienze Avverse Infantili visibili e invisibili, una psicodiagnosi specifica per tracciare il profilo di personalità e una misurazione psicofisiologica per valutare la disregolazione affettiva. La campagna interessa anche alcuni ristretti nella sezione “uomini maltrattanti” di una casa circondariale della Provincia di Roma.

Partecipa anche tu! Migliora la tua conoscenza personale e relazionale!

I canali per accedere ai servizi e alla loro prenotazione obbligatoria sono:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

È possibile leggere la prima parte cliccando sul link:  https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/02/15/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-prima-parte/

È possibile leggere la seconda parte cliccando sul link: https://www.delittifamiliari.it/2022/02/22/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-metaverso-e-falso-se/

È possibile leggere la terza parte cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/02/28/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-epigenetica-e-violenza/

È possibile leggere la quarta parte cliccando sul link: https://www.delittifamiliari.it/2022/03/07/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-il-dolore/

È possibile leggere la quinta parte cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/03/14/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-il-dolore-sociale/

È possibile leggere la sesta parte cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/03/21/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-il-dolore-e-uso-di-psicofarmaci/

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – L’equilibrio tra il dolore e il piacere

Tra i risultati raggiunti dalle neuroscienze possiamo annoverare anche la comprensione della stretta correlazione tra il piacere e il dolore, i risultati hanno precisato che il piacere e il dolore sono elaborati in regioni cerebrali sovrapposte e che l’eccesso del piacere induce la percezione del dolore.

Le neuroscienze hanno inoltre dimostrato che ogni piacere determina come conseguenza un dolore più duraturo e intenso del piacere che lo ha procurato. L’esposizione duratura e ripetuta a stimoli piacevoli diminuisce la tolleranza al dolore e innalza la soglia del piacere.

 Se l’equilibrio di una persona risultasse sbilanciato sul dolore questa desidererebbe disperatamente la “sua” sostanza* o il “suo” farmaco* per sentirsi “normale” e ritrovare il bilanciamento.

*Il tema sarà affrontato nel prossimo articolo.

Anna Lembke, “L’era della dopamina”, (2022). Roi Edizioni, Macerata.

Usi sostanze o farmaci per non provare dolore? Hai vissuto delle esperienze avverse? Le relazioni che costruisci sono “di solito” disfunzionali? Hai difficoltà a relazionarti? Non aspettare, contattaci:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

Webinar: “Anatomia della violenza: Uno studio analitico e scientifico”, 21 aprile dalle ore 15:00 su piattaforma Go to Meeting. Sarà rilasciato l’attestato di partecipazione. Per informazioni e iscrizioni: https://www.traumaeviolenza.it/2022/03/26/webinar-anatomia-della-violenza-uno-studio-analitico-e-scientifico/

Corso FAD in Neuro – Scienze applicate alla prevenzione della violenza. 30 ECM. Per informazioni e iscrizioni :https://www.spazioiris.it/project/corsi-online-fad/neuro-scienze-applicate-alla-prevenzione-della-violenza-dalleziologia-al-trattamento/

Ebook “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link:

https://www.traumaeviolenza.it/2022/03/01/ebook-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

Podcast “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile ascoltare gratuitamente il podcast cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/03/01/podcast-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

AIPC Editore © 2022. Riproduzione Riservata

Ebook: Serie “La Giudice” una lettura psicologica

Ebook serie “La giudice” una lettura psicologica. Sono analizzati i vari ruoli della protagonista impegnata i cari ruoli della protagonista impegnata nella delicata opera di prevenzione e contrasto dei crimini minorili. I contatti sono 3924401930 – aipcitali@gmail.com

Webinar “Presunti autori di violenza: quale prevenzione? Misure cautelari e percorsi trattamentali.” Il 24 marzo dalle ore 15:00 sulla piattaforma Zoom. È possibile iscriversi cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/03/11/webinar-presunti-autori-di-violenza-quale-prevenzione-misure-cautelari-e-percorsi-trattamentali/

Corso FAD in Neuro – Scienze applicate alla prevenzione della violenza. 30 ECM. Per informazioni ed iscrizioni: https://www.spazioiris.it/project/corsi-online-fad/neuro-scienze-applicate-alla-prevenzione-della-violenza-dalleziologia-al-trattamento/

Sportello per tutte le persone vittime o autrici di violenza

Lo sportello è dedicato a tutte le persone che hanno vissuto o vivono una relazione violenta.
Numero di cellulare e WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00, e-mail aipcitalia@gmail.com o scrivendo sulle chat nei  siti www.traumaeviolenza.it,  www.delittifamiliari.it 

www.formazionecontinuaviolenza.it,

Qui è possibile ascoltare i podcast di Formazione Continua Violenza sul canale Spotify dell’A.I.P.C.  https://open.spotify.com/show/3CWpZW8pFqFexLfg1CiOWQ?si=oNN7YmmLQMq0crAEVeYH-w

Qui è possibile sfogliare l’ebook “La giudice” una lettura psicologica

https://flipbookpdf.net/web/site/8da85dae601fdbb67d1881ce114c2aa0de7a7c76202203.pdf.html

Qui è possibile ascoltare il podcast: “La giudice” una lettura psicologica

https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/03/22/podcast-serie-la-giudice-una-lettura-psicologica/

AIPC Editore © 2022 – Riproduzione Riservata

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – Il dolore e uso di psicofarmaci

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia (A.I.P.C.) – APS, una no-profit fondata nel 2001, è formata da un’equipe multidisciplinare di professionisti volontari che si occupa della violenza in genere, in modo circolare e che si avvale di collaborazioni istituzionali. Nel 2011, con la collaborazione particolare della dott.ssa Tiziana Calzone, della dott.ssa Carmen Pellino e del dott. Massimo Lattanzi, è stato strutturato il protocollo scientifico integrato A.I.P.C. Scientific Violence Screening che prevede un assesment specifico della valutazione del rischio. 

La campagna “genderless” indicata a adolescenti e adulti, denominata “Conoscersi per Relazionarsi” si prefigge di approfondire la conoscenza personale e relazionale, di arricchire le relazioni funzionali e di prevenire quelle disfunzionali. I professionisti volontari dell’A.I.P.C. applicano strumenti rigorosi quali un’anamnesi strutturata per qualificare e quantificare le Esperienze Avverse Infantili visibili e invisibili, una psicodiagnosi specifica per tracciare il profilo di personalità e una misurazione psicofisiologica per valutare la disregolazione affettiva. La campagna interessa anche alcuni ristretti nella sezione “uomini maltrattanti” di una casa circondariale della Provincia di Roma.

Partecipa anche tu! Migliora la tua conoscenza personale e relazionale!

I canali per accedere ai servizi e alla loro prenotazione obbligatoria sono:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

È possibile leggere la prima parte cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/02/15/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-prima-parte/

È possibile leggere la seconda parte cliccando sul link: https://www.delittifamiliari.it/2022/02/22/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-metaverso-e-falso-se/

È possibile leggere la terza parte cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/02/28/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-epigenetica-e-violenza/

È possibile leggere la quarta parte cliccando sul link: https://www.delittifamiliari.it/2022/03/07/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-il-dolore/

È possibile leggere la quinta parte cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/03/14/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-il-dolore-sociale/

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – Il dolore e uso di psicofarmaci

Il dolore è un vissuto pericoloso per molte persone, per eliminarlo ed evitare che diventi una “ferita” neurologica assumono gli psicofarmaci.

Negli ultimi anni si rileva una massiccia assunzione di psicofarmaci nella speranza* di lenire il dolore. L’impennata di prescrizioni e assunzioni di antidepressivi è stata rilevata in tutto il mondo.

Gli Stati Uniti d’America hanno conquistato la medaglia d’oro, gli Stati Uniti d’Europa la medaglia d’argento e l’Australia quella di bronzo, sui primi tre gradini del podio “psicofarmacologico” troviamo tre continenti differenti.

Anche l’uso di stimolanti e ansiolitici è in forte aumento. La scelta degli psicofarmaci è molto ampia, si possono assumere gli antidepressivi, gli stimolanti, gli ansiolitici e gli ipnotici anche contemporaneamente, diventano degli “integratori”. L’assunzione di più farmaci in contemporanea è definita polifarmacoterapia.

* Il tema sarà affrontato nel prossimo articolo.


Anna Lembke, “L’era della dopamina”, (2022). Roi Edizioni, Macerata.

Webinar: “Presunti autori di violenza: quale prevenzione? Misure cautelari e percorsi trattamentali”, 24 marzo dalle ore 15:00 su piattaforma ZOOM. Sarà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Per partecipare cliccare sul link: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_3S0eqkQpRlmAODfWAFponQ

Corso FAD in Neuro – Scienze applicate alla prevenzione della violenza. 30 ECM. Per informazioni ed iscrizioni:https://www.spazioiris.it/project/corsi-online-fad/neuro-scienze-applicate-alla-prevenzione-della-violenza-dalleziologia-al-trattamento/

Ebook “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/03/01/ebook-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

Podcast “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile ascoltare gratuitamente il podcast cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/03/01/podcast-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

AIPC Editore © 2022. Riproduzione Riservata

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – Il dolore sociale

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia (A.I.P.C.) – APS, una no-profit fondata nel 2001, è formata da un’equipe multidisciplinare di professionisti volontari che si occupa della violenza in genere, in modo circolare e che si avvale di collaborazioni istituzionali. Nel 2011, con la collaborazione particolare della dott.ssa Tiziana Calzone, della dott.ssa Carmen Pellino e del dott. Massimo Lattanzi, è stato strutturato il protocollo scientifico integrato A.I.P.C. Scientific Violence Screening che prevede un assesment specifico della valutazione del rischio. 

La campagna “genderless” indicata a adolescenti e adulti, denominata “Conoscersi per Relazionarsi” si prefigge di approfondire la conoscenza personale e relazionale, di arricchire le relazioni funzionali e di prevenire quelle disfunzionali. I professionisti volontari dell’A.I.P.C. applicano strumenti rigorosi quali un’anamnesi strutturata per qualificare e quantificare le Esperienze Avverse Infantili visibili e invisibili, una psicodiagnosi specifica per tracciare il profilo di personalità e una misurazione psicofisiologica per valutare la disregolazione affettiva. La campagna interessa anche alcuni ristretti nella sezione “uomini maltrattanti” di una casa circondariale della Provincia di Roma.

Partecipa anche tu! Migliora la tua conoscenza personale e relazionale!

I canali per accedere ai servizi e alla loro prenotazione obbligatoria sono:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

È possibile leggere la prima parte cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/02/15/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-prima-parte/

È possibile leggere la seconda parte cliccando sul link: https://www.delittifamiliari.it/2022/02/22/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-metaverso-e-falso-se/

È possibile leggere la terza parte cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/02/28/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-epigenetica-e-violenza/

È possibile leggere la quarta parte cliccando sul link: https://www.delittifamiliari.it/2022/03/07/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-il-dolore/

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – Il dolore sociale

Un’altra distinzione del dolore è quella tra il dolore fisico e quello sociale. Neuroscienziati e psicologi hanno studiato il dolore sociale ed hanno dimostrato che è sufficiente anche una sola esclusione e una durata di pochissimi minuti per attivare le aree cerebrali di norma attive durante il dolore fisico ed hanno inoltre identificato le aree cerebrali dedicate al processamento degli aspetti psicologici e individuali del dolore.

Ricerche molto recenti hanno anche rilevato che il dolore sociale è molto più difficile da dimenticare del dolore fisico. Ulteriori studi hanno dimostrato che, come un antidolorifico, riesce a ridurre il dolore fisco così la presenza di un partner o di una di persona significativa riesce a ridurre il dolore sociale.

Soffrire di dolore sociale può contribuire ad aumentare l’aggressività, la violenza, la disregolazione affettiva e a diminuire il controllo sugli impulsi.

L’equipe multidisciplinare di professionisti volontari dell’A.I.P.C. in oltre venti anni ha rilevato un’altra probabilità di assimilazione nel dolore sociale il vissuto del rifiuto, dell’abbandono e della separazione.

Esaminate le importanti implicazioni del dolore sociale sul benessere individuale e relazionale è essenziale prevenire l’esclusione sociale in particolare nei casi di violenza, di maltrattamenti e di delitti familiari.

La prossima settimana saranno riportati ulteriori dati e approfondimenti.

Soffri o hai sofferto per un rifiuto, un’esclusione o un abbandono? Usi sostanze come analgesico del dolore? Hai vissuto delle esperienze avverse? Le relazioni che costruisci sono “di solito” disfunzionali? Hai difficoltà a relazionarti? Non aspettare, contattaci:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

Webinar: “Presunti autori di violenza: quale prevenzione? Misure cautelari e percorsi trattamentali” , 24 marzo dalle ore 15:00 su piattaforma ZOOM. Sarà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Per partecipare cliccare sul link: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_3S0eqkQpRlmAODfWAFponQ

Corso FAD in Neuro – Scienze applicate alla prevenzione della violenza. 30 ECM. Per informazioni ed iscrizioni:https://www.spazioiris.it/project/corsi-online-fad/neuro-scienze-applicate-alla-prevenzione-della-violenza-dalleziologia-al-trattamento/

Ebook “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/03/01/ebook-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

Podcast “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile ascoltare gratuitamente il podcast cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/03/01/podcast-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

AIPC Editore © 2022. Riproduzione Riservata

Webinar: “Presunti autori di violenza: quale prevenzione? Misure cautelari e percorsi trattamentali”

L’Associazione Nova Juris, associazione Italiana per la Costituzione e la Buona Giustizia organizza il 24 marzo 2022 dalle ore 15:00 su piattaforma Zoom il Webinar dal titolo: “Presunti autori di violenza: quale prevenzione? Misure cautelari e percorsi trattamentali.” Sarà rilasciato l’attestato di partecipazione e sono stati richiesti tre crediti formativi al COA di Salerno.

Tra i vari relatori di estrazione essenzialmente forense farà un intervento anche il dott. Massimo Lattanzi, psicologo psicoterapeuta Phd e coordinatore nazionale del Centro Presunti Autori di Violenza e Stalking, uno dei dipartimenti dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia – APS. Un’equipe multidisciplinare di professionisti volontari che dal 2001 si occupa di violenza in genere.

Sportello per tutte le persone vittime o autrici di violenza

Lo sportello è dedicato a tutte le persone che hanno vissuto o vivono una relazione violenta.
Numero di cellulare e WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00, e-mail aipcitalia@gmail.com o scrivendo sulle chat nei  siti www.traumaeviolenza.it,  www.delittifamiliari.it   e www.formazionecontinuaviolenza.it.

Corso FAD in Neuro – Scienze applicate alla prevenzione della violenza. 30 ECM. Per informazioni ed iscrizioni: https://www.spazioiris.it/project/corsi-online-fad/neuro-scienze-applicate-alla-prevenzione-della-violenza-dalleziologia-al-trattamento/

Il dott. Lattanzi relazionerà su “L’efficacia del trattamento come prevenzione dei presunti autori di violenza e stalking sia a piede libero che ristretti in carcere. In particolare, riporterà alcune esperienze maturate dal 2012 presso alcune Case circondariali nelle sezioni dedicate agli uomini maltrattanti.”

Per partecipare gratuitamente al webinar: “Presunti autori di violenza: quale prevenzione? Misure cautelari e percorsi trattamentali.”  è sufficiente cliccare sul link: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_3S0eqkQpRlmAODfWAFponQ

Qui è possibile ascoltare i podcast di Formazione Continua Violenza sul canale Spotify dell’A.I.P.C.   

https://open.spotify.com/show/3CWpZW8pFqFexLfg1CiOWQ?si=oNN7YmmLQMq0crAEVeYH-w

Ebook “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/03/01/ebook-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

Podcast “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile ascoltare gratuitamente il podcast cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/03/01/podcast-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

AIPC Editore © 2022 – Riproduzione Riservata

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – il dolore

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia (A.I.P.C.) – APS, una no-profit fondata nel 2001, è formata da un’equipe multidisciplinare di professionisti volontari che si occupa della violenza in genere, in modo circolare e che si avvale di collaborazioni istituzionali. Nel 2011, con la collaborazione particolare della dott.ssa Tiziana Calzone, della dott.ssa Carmen Pellino e del dott. Massimo Lattanzi, è stato strutturato il protocollo scientifico integrato A.I.P.C. Scientific Violence Screening che prevede un assesment specifico della valutazione del rischio. 

La campagna “genderless” indicata a adolescenti e adulti, denominata “Conoscersi per Relazionarsi” si prefigge di approfondire la conoscenza personale e relazionale, di arricchire le relazioni funzionali e di prevenire quelle disfunzionali. I professionisti volontari dell’A.I.P.C. applicano strumenti rigorosi quali un’anamnesi strutturata per qualificare e quantificare le Esperienze Avverse Infantili visibili e invisibili, una psicodiagnosi specifica per tracciare il profilo di personalità e una misurazione psicofisiologica per valutare la disregolazione affettiva. La campagna interessa anche alcuni ristretti nella sezione “uomini maltrattanti” di una casa circondariale della Provincia di Roma.

Partecipa anche tu! Migliora la tua conoscenza personale e relazionale!

I canali per accedere ai servizi e alla loro prenotazione obbligatoria sono:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

È possibile leggere la prima parte cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/02/15/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-prima-parte/

È possibile leggere la seconda parte cliccando sul link: https://www.delittifamiliari.it/2022/02/22/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-metaverso-e-falso-se/

È possibile leggere la terza parte cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/02/28/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-epigenetica-e-violenza/

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – Il dolore

Il dolore è definito ufficialmente dall’IASP (International Association for Study of Pain), come: “un’esperienza emozionale e sensoriale spiacevole associata a un danno tissutale e potenziale”. La prima distinzione del dolore è di tipo temporale, il dolore acuto o cronico.

La percezione del dolore è influenzata dall’interpretazione e valutazione soggettiva. I sintomi che spesso si associano al dolore sono l’ansia, la depressione e la rabbia.

L’ansia anticipatoria correlata al dolore può generare gravi disabilità ed evitamenti ripetuti, la rabbia è spesso repressa perché socialmente indesiderabile. L’esperienza dolorosa è una reazione comune ad esperienze di vita avverse come lutti, fallimenti, perdite, abbandoni e rifiuti.

A determinare l’esperienza dolorosa non sono soltanto le modificazioni conseguenti al danno fisico piuttosto le letture personali come il senso di ingiustizia e di sfortuna, le esperienze, le aspettative, la percezione di essere impotente, la paura e le altre persone.

L’”elaborazione” del dolore della perdita potrebbe essere una forte spinta verso un nuovo adattamento, una nuova vita e nuovi significati.

Il trattamento con i farmaci è composto principalmente da analgesici non oppiacei, oppiacei, antidepressivi e anticonvulsivanti. Si definiscono farmaci analgesici i medicinali che intervengono sul dolore alleviandolo senza intervenire sull’origine.

La prossima settimana saranno riportati ulteriori approfondimenti.

Soffri per un dolore? Usi sostanze come analgesico del dolore? Hai vissuto delle esperienze avverse? Le relazioni che costruisci sono “di solito” disfunzionali? Hai difficoltà a relazionarti? Non aspettare, contattaci:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

Corso FAD in Neuro – Scienze applicate alla prevenzione della violenza. 30 ECM. Per informazioni ed iscrizioni:https://www.spazioiris.it/project/corsi-online-fad/neuro-scienze-applicate-alla-prevenzione-della-violenza-dalleziologia-al-trattamento/

Ebook “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/03/01/ebook-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

Podcast “Delitti familiari, febbraio 2022”. È possibile ascoltare gratuitamente il podcast cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/03/01/podcast-rubrica-delitti-familiari-febbraio-2022/

AIPC Editore © 2022. Riproduzione Riservata

Ebook: “Rubrica Delitti Familiari febbraio 2022”

Nell’ebook i professionisti volontari dell’A.I.P.C. analizzano i dati dei delitti contro la persona gravi che quasi ogni giorno segnano le relazioni interpersonali tra “familiari.”. Info 3924401930.

Sei nato/a con un parto cesareo? Sei nato/a pretermine? Hai genitori che abusano o hanno abusato di alcol e sostanze? Tua madre ha vissuto delle esperienze avverse durante la gravidanza? Hai subito perdite o maltrattamenti? Le tue relazioni sono disfunzionali? Non aspettare contattaci:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

Qui è possibile ascoltare i podcast di Formazione Continua Violenza sul canale Spotify dell’A.I.P.C. 

https://open.spotify.com/show/3CWpZW8pFqFexLfg1CiOWQ?si=oNN7YmmLQMq0crAEVeYH-w&nd=1

Corso FAD in Neuro – Scienze applicate alla prevenzione della violenza. 30 ECM. Per informazioni ed iscrizioni: https://www.spazioiris.it/project/corsi-online-fad/neuro-scienze-applicate-alla-prevenzione-della-violenza-dalleziologia-al-trattamento/

Ebook “Femmine e Maschi la violenza ha un genere? I reati tra generi”. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/02/22/ebook-maschi-e-femmine-la-violenza-ha-un-genere/

Qui è possibile sfogliare l’e-book “Rubrica Delitti Familiari febbraio 2022” https://flipbookpdf.net/web/site/a7e5bd3f34963943cbfd9fc6d97fab53ae267a70202203.pdf.html

AIPC Editore © 2022. Riproduzione Riservata

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – Epigenetica e violenza

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi – Epigenetica e violenza

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia (A.I.P.C.) – APS, una no-profit fondata nel 2001, è formata da un’equipe multidisciplinare di professionisti volontari che si occupa della violenza in genere, in modo circolare e che si avvale di collaborazioni istituzionali. Nel 2011, con la collaborazione particolare della dott.ssa Tiziana Calzone, della dott.ssa Carmen Pellino e del dott. Massimo Lattanzi, è stato strutturato il protocollo scientifico integrato A.I.P.C. Scientific Violence Screening che prevede un assesment specifico della valutazione del rischio. 

La campagna “genderless” indicata a adolescenti e adulti, denominata “Conoscersi per Relazionarsi” si prefigge di approfondire la conoscenza personale e relazionale, di arricchire le relazioni funzionali e di prevenire quelle disfunzionali. I professionisti volontari dell’A.I.P.C. applicano strumenti rigorosi quali un’anamnesi strutturata per qualificare e quantificare le Esperienze Avverse Infantili visibili e invisibili, una psicodiagnosi specifica per tracciare il profilo di personalità e una misurazione psicofisiologica per valutare la disregolazione affettiva. La campagna interessa anche alcuni ristretti nella sezione “uomini maltrattanti” di una casa circondariale della Provincia di Roma.

Partecipa anche tu! Migliora la tua conoscenza personale e relazionale!

I canali per accedere ai servizi e alla loro prenotazione obbligatoria sono:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

È possibile leggere la prima parte cliccando sul link:  https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/02/15/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-prima-parte/

È possibile leggere la seconda parte cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/02/22/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-metaverso-e-falso-se/

L’epigenetica è la scienza che studia l’attivazione e il silenziamento del genoma. Le informazioni genetiche sono trasmesse tra le generazioni con i cromosomi. Alcuni segmenti del DNA possono risultare illeggibili, ad esempio quando i gruppi metilici si legano ad esso, tale dinamica si definisce metilazione.

Le esperienze avverse infantili come l’assenza, l’assenza di cure, la presenza di liti in famiglia, separazioni, abbandoni, adozioni, affidi, perdite, abusi, maltrattamenti possono modificare la lettura del DNA.

L’attivazione e il silenziamento del genoma interessa anche il periodo della gravidanza, l’abuso di sostanze e di alcol può modificare l’espressione genetica, attiverà o silenzierà alcuni geni. Un altro fattore che in gravidanza può influire è lo stress, il parto cesareo e la nascita pretermine.

Ricerche internazionali hanno individuato il gene che regola la reazione del corpo allo stress, la sua metilazione induce nel cervello una circolazione maggiore dell’ormone dello stress e un maggiore livello di ansia. Alcuni studi su persone segnate da traumi precoci hanno valutato quanto e se il gene regolatore dello stress fosse silenziato o meno. È emerso che nelle persone traumatizzate il gene presentava una metilazione maggiore rispetto alle persone non traumatizzate.

Sei nato/a con un parto cesareo? Sei nato/a pretermine? Hai genitori che abusano o hanno abusato di alcol e sostanze? Tua madre ha vissuto delle esperienze avverse durante la gravidanza? Hai subito perdite o maltrattamenti? Le tue relazioni sono disfunzionali? Non aspettare contattaci:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

Corso FAD in Neuro – Scienze applicate alla prevenzione della violenza. 30 ECM. Per informazioni ed iscrizioni: https://www.spazioiris.it/project/corsi-online-fad/neuro-scienze-applicate-alla-prevenzione-della-violenza-dalleziologia-al-trattamento/

Ebook “Femmine e Maschi la violenza ha un genere? I reati tra generi”. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2022/02/22/ebook-maschi-e-femmine-la-violenza-ha-un-genere/

Podcast “Femmine e Maschi la violenza ha un genere? I reati tra generi”. È possibile ascoltare gratuitamente il podcast cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/02/22/podcast-maschi-e-femmine-la-violenza-ha-un-genere/

La quarta parte sarà pubblicata la settimana prossima.

AIPC Editore © 2022. Riproduzione Riservata

Campagna: Conoscersi per Relazionarsi. Metaverso e Falso sé

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia (A.I.P.C.) – APS, una no-profit fondata nel 2001, è formata da un’equipe multidisciplinare di professionisti volontari che si occupa della violenza in genere, in modo circolare e che si avvale di collaborazioni istituzionali. Nel 2011, con la collaborazione particolare della dott.ssa Tiziana Calzone, della dott.ssa Carmen Pellino e del dott. Massimo Lattanzi, è stato strutturato il protocollo scientifico integrato A.I.P.C. Scientific Violence Screening che prevede un assesment specifico della valutazione del rischio. 

La campagna “genderless” indicata a adolescenti e adulti, denominata “Conoscersi per Relazionarsi” si prefigge di approfondire la conoscenza personale e relazionale, di arricchire le relazioni funzionali e di prevenire quelle disfunzionali. I professionisti volontari dell’A.I.P.C. applicano strumenti rigorosi quali un’anamnesi strutturata per qualificare e quantificare le Esperienze Avverse Infantili visibili e invisibili, una psicodiagnosi specifica per tracciare il profilo di personalità e una misurazione psicofisiologica per valutare la disregolazione affettiva. La campagna interessa anche alcuni ristretti nella sezione “uomini maltrattanti” di una casa circondariale della Provincia di Roma.

Partecipa anche tu! Migliora la tua conoscenza personale e relazionale!

I canali per accedere ai servizi e alla loro prenotazione obbligatoria sono:

Numero di cellulare 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

Messaggi WhatsApp 3924401930 attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 16:00;

E-mail: aipcitalia@gmail.com

È possibile leggere la prima parte cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/02/15/campagna-conoscersi-per-relazionarsi-prima-parte/

Il bambino sale su un palcoscenico dove recitare e ricoprire il ruolo di protagonista. Un mondo illusorio necessario alla sua sopravvivenza. Nella realtà non può essere sé stesso e non può esprimere la creatività, le emozioni … non può vivere la propria vita! La nuova “traiettoria” esistenziale e relazionale, nella vita reale, destina tutte le risorse a sopravvivere, a controllare, a difendere o attaccare, a evitare o invadere, a manipolare o compiacere, … a non poter essere sé stesso!

Il “palcoscenico” è una sorta di “metaverso”, uno spazio che esiste al di sopra al di là della “realtà”, oltre! Un cosmo mediato dalle esperienze avverse infantili svincolato dalla dimensione “reale” del mondo. Nel metaverso “esperienze avverse infantili” si vive come ologrammi/avatar. Gli avatar sono la componente cruciale, attraverso loro, nel metaverso le emozioni possono essere ri-create, così come la vita!

La metafora del metaverso ci permette di introdurre il concetto del falso sé. Il falso sé è il risultato della storia e dei compromessi che sono stati fatti per sopravvivere e per ottenere le attenzioni e l’amore.

Se i compromessi diventassero la regola, probabilmente, potrebbe formarsi il falso sé, una personalità che protegge dalla sofferenza e dal dolore. Insieme alla tutela, il falso sé, governa la vita, si sostituisce al vero sé e si interpone tra il vero sé e gli altri. Il falso sé permettere di sopportare il mondo doloroso, rifiutante, abbandonico, evitante, traditore, bugiardo, ambivalente, … dove si è cresciuti e di ottenere le attenzioni dalle persone “significative”.

Ebook “Femmine e Maschi la violenza ha un genere? I reati tra generi”. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link:

https://www.traumaeviolenza.it/2022/02/22/ebook-maschi-e-femmine-la-violenza-ha-un-genere/

Podcast “Femmine e Maschi la violenza ha un genere? I reati tra generi”. È possibile ascoltare gratuitamente il podcast cliccando sul link:

https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2022/02/22/podcast-maschi-e-femmine-la-violenza-ha-un-genere/

Corso FAD in Neuro – Scienze applicate alla prevenzione della violenza. 30 ECM. Per informazioni ed iscrizioni:

https://www.spazioiris.it/project/corsi-online-fad/neuro-scienze-applicate-alla-prevenzione-della-violenza-dalleziologia-al-trattamento/

La terza parte sarà pubblicata la settimana prossima.

AIPC Editore © 2022. Riproduzione Riservata